Dicembre 16, 2018

Visitare Martina Franca, la capitale della Valle d'Itria

Nel cuore della Valle d'Itria, in provincia di Taranto e immersa in una vegetazione di uliveti e di macchia mediterranea, sorge la ridente cittadina di Martina Franca.

La Puglia è rinomata per il suo turismo costiero, per le sue spiagge caraibiche ed il suo mare incontaminato, ma la parte più affascinante di questa regione è da molti considerata quella dell'entroterra. Qui si trovano infatti le tradizioni culturali, archeologiche ed enogastronomiche che hanno reso celebre, in tutto il mondo,  il "tacco d'Italia".

Martina Franca è un'incantevole cittadina in stile barocco, dista a pochi chilometri da Alberobello e dai celeberrimi trulli, su un altopiano di origine carsica che la colloca a 400 metri sul livello del mare. Le origini antichissime di questa città sono testimoniate dai numerosi ritrovamenti delle popolazioni che vi abitarono già in epoca preistorica, ma il nome con cui è conosciuta, le è stato dato per la prima volta da Filippo I D'Angiò, che nel riconoscere a Martina Franca privilegi perpetui come le franchigie, la ribattezzò in questo modo. L'epoca di più grande splendore per questa città è stato sicuramente il '700, periodo in cui vennero costruiti i monumenti più importanti e le chiese che ancora oggi dominano il centro storico. Il barocco è lo stile che spadroneggia, lo si ritrova infatti il tantissimi edifici ed in questo luogo ha assunto dei connotati caratteristici che lo distinguono dalle altre declinazioni di questa corrente artistica ed architettonica, si parla non a caso di barocco martinese.

martina franca

La migliore rappresentazione di questo incredibile stile è senza dubbio la Basilica di San Martino, eretta nella seconda metà del XVIII secolo per volere dell'arciprete Isidoro Chirulli. Passando per le stradine del centro di Martina Franca si viene catturati dalla maestosità di questa chiesa, la facciata, in cui è raffigurata la statua del santo patrono, è imponente e molto suggestiva, dal caratteristico colore bianco dei marmi, con la rappresentazione di una scena simboleggiante la pietà e fratellanza, in cui il santo condivide un mantello con un mendicante.

basilica san martino

L'interno della chiesa è ricco di opere d'arte di alcuni artisti locali come le tele del Carella e il presepe di Stefano da Putignano, inoltre le reliquie della martire Santa Comasia, da molti questa chiesa è considerata una delle più belle del meridione. Numerosissime le altre chiese degne di una visita ma tra tutte, quelle più significative sono di sicuro quelle di Sant'Antonio ai Cappuccini e della Beata Vergine del Carmine.

altare basilica san martino

Per quest'ultima, una doverosa considerazione la merita la statua policroma di Stefano da Putignano in esso conservata che raffigura Santa Maria della Misericordia ed è uno dei massimi lavori dell'artista pugliese, davvero notevole. Quella di Sant'Antonio invece, risalente al XVI secolo e conserva al suo interno dei spettacolari altari ebanistici e tra i tanti, un affresco della Madonna Odegitria, da cui deriva il nome della Valle d'Itria. In realtà fare un tour in questa chiesa è come visitare una pinacoteca, data la ricchezza di tele in essa presenti.

Continuando il percorso culturale, nella storia della città, transitando per Piazza Roma, ci si imbatte nel famoso Palazzo Ducale, costruito per volontà del duca Petracone Caracciolo nel seicento ed oggi sede del Municipio, all'interno del quale sono presenti delle bellissime tempere nelle tre sale dell'Arcadia, del mito e della Bibbia. Altri palazzi signorili spiccano alla vista dei visitatori che si avventurano nel centro storico ed uno di quelli che attira ogni anno migliaia di turisti è di sicuro Palazzo Turnone, che ospita oggi il Conservatorio di Santa Maria della Misericordia.

palazzo ducale

Questo è uno dei palazzi più antichi della città, fatto risalire addirittura al periodo angioino, la sua maestosità è espressione del potere che esercitava l'omonima famiglia martinese sulla città. Specialmente nel periodo estivo è molto piacevole attraversare la villa comunale di Martina Franca, perdendosi lungo i sentieri ombreggiati e abbelliti dalle fontane marmoree, di indiscutibile gusto neoclassico, che donano alla villa un'atmosfera idilliaca e offrono al visitatore una piacevole sensazione di distacco dalle strade più caotiche e trafficate del centro.

vicoli

vicoli

Il turismo enogastronomico poi è innegabilmente il fiore all'occhiello di questa città. Le coltivazioni secolari dell'ulivo e della vite locali, hanno reso celebre i prodotti tipici di queste terre e non è possibile andar via senza averli assaggiati, magari in una delle tante aziende che aprono le porte ai turisti, offrendo un percorso dedicato di osservazione delle fasi lavorative e di degustazione finale dei prodotti stessi, accompagnati dalle prelibatezze del posto. La cucina dopotutto non esita a reclamare il suo posto Martina Franca, e i fegatelli tra i tanti piatti, sono un'esperienza unica da provare almeno una volta nella vita.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare