Dicembre 16, 2018

Visitare Monopoli, cosa vedere e cosa fare

Monopoli è una città costiera della provincia di Bari. Le sue origini risalgono principalmente al Medioevo, difatti, tra i territori urbani e quelli dell'agro, conta almeno 17 luoghi di culto importanti, 10 dei quali sono stati adibiti anche a convento.

monopoli
La zona della campagna monopolitana è la più interessata dagli scavi archeologici legati ad antichi insediamenti rupetsri; in direzione Castellana Grotte, tra filari di vigneti, secolari uliveti e frutteti, è facile trovare i trulli. Le caratteristiche abitazioni che hanno reso famoso il vicino comune di Alberobello, sono realizzate in pietra, a pianta circolare, con un curioso tetto a cono. Si presume abbiano un origine preistorica e un significato profondo ed esoterico; in epoca feudale venivano utilizzate dai contadini per ripararsi dalla calura estiva.

scavi archeologici

L'area agreste di Monopoli è caratterizzata soprattutto dalle masserie: antiche strutture in pietra adibite ad uso industriale. Impossibile non visitare le più importanti, come la masseria di Caramanna: un edificio fortificato risalente alla metà del Seicento, che ancora conserva ponte levatoio, campanile, feritoie e una struttura annessa, in stile barocco, storica come la palma presente in giardino.

masseria caramanna
A poca distanza, si staglia la masseria Garrappa, la più antica; risale al Trecento ed è immersa nel verde odoroso di un folto agrumeto da cui si può vedere il mare. L'edificio, dagli ampi e freschi ambienti, è stato convertito a struttura ricettiva: ideale per una vacanza in coppia all'insegna del relax e del mangiar bene.

masseria garappa
Dopo un paio di bocconotti farciti con marmellata casalinga, è d'obbligo una visita ai numerosi luoghi religiosi e monumenti di interesse storico di Monopoli; primo tra tutti, la Concattedrale della Madonna della Madia. Venne costruita per la prima volta nell'Alto-Medioevo sui resti di un tempio dell'Età del Bronzo dedicato al dio Mercurio e alla dea Maia; nell'area della cripta sono ancora evidenti le tombe, resti di quell'antico insediamento. Dopo un primo intervento in stile romanico, l'edificio venne abbattuto per realizzare la splendida basilica di stile barocco pugliese, con cui è conosciuta oggi.

concattedrale

Tra gli edifici intra moenia, val la pena visitare anche la chiesa di San Martino. Eretta prima dell'anno 1000, venne ricostruita dopo il Seicento in stile barocco; alla stessa epoca risale l'annesso convento, curiosamente dedicato alle 'zitelle'. La chiesa conserva una pregevole maiolica di scuola napoletana e un altare del XVIII secolo. Molti e caratteristici, sono gli edifici religiosi fuori le mura. Uno dei più apprezzati, è la chiesa di San Salvatore, di origini paleocristiane; fu realizzata con l'aiuto di Costantino il Grande, come testimoniano le monete con la sua effige, trovate nel Settecento presso le fondamenta. La chiesa rupestre di Santa Maria Amalfitana si dice sia stata costruita intorno all'anno 1100, da una comunità di campani. 

Cento anni prima, alcuni marinai di Amalfi scampati a una tempesta, si rifugiarono in una grotta vicina all'approdo; per ringraziare la Madonna della grazia, decisero di fare voto costruendo un santuario in suo onore. Oggi, l'edificio ha un'evidente facciata settecentesca, ma le fondamenta e le strutture portanti degli interni, appartengono a quel lontano periodo. Antica e curiosa: è la chiesetta di San Giorgio, a ridosso della selvaggia Murgia barese; la struttura è letteralmente scavata nella pietra, e presenta un'entrata circolare simile a quella degli edifici tombali d'epoca pre-cristiana.

Tra le due cale di mare cristallino di Porto Ghiacciolo, si trova il Castello di Santo Stefano. Venne realizzato nel Medioevo per difendere il litorale dagli attacchi dei pirati saraceni, e utilizzato alla fine del XIII secolo dai Cavalieri di Malta, per controllare i traffici verso la Terra Santa.

castello
Ma Monopoli è anche mare e divertimenti; oltre ai numerosi lidi super-attrezzati con bar e staff d'animazione, la spiaggia dorata e di sabbia finissima, si alterna ai litorali aspri e punteggiati di grotte dell'area di Polignano; prenotando un tour su un imbarcazione, si avrà anche la possibilità di perlustrarne i fondali, tramite le attrezzature messe a disposizione degli appassionati di snorkeling.

Diverse anche le occasioni di svago e cultura aperte a tutti, come il Parco Egnazia, un museo a cielo aperto sulle antiche origini della città di Ghnatia; un'area di suggestiva rilevanza storica, nella cui estensione si trova l'antica necropoli, con tombe di origine messapica, il museo, con i reperti ricavati dagli scavi e un ristorante, a pochi passi dal mare: per una pausa a misura di famiglia. 

Benessere e natura sono anche le parole d'ordine del Giardino Botanico Lama degli Ulivi; uno scenario incantevole, ricco degli odori e dei colori delle numerose specie vegetali, locali e non, che ospita. Il giardino custodisce anche due chiesette rupestri e un antico frantoio.

Ricorrenze annuali


Gennaio: aspettando la befana. Il falò  "nonn mariodd", un antichissima tradizione dove si avrà l' occasione di degustare prodotti tipici e dolci natalizi, aspettando la befana. Durante la serata, prevista la partecipazione di gruppi musicali.

Febbraio: giornata nazionale per la vita. Messa dedicata ai bambini mai nati presso la parrocchia di Sant' Antonio. Marcia per la vita con varie associazioni. La partenza è prevista sul sagrato della chiesa di Sant' Anna con arrivo previsto in piazza VittorioEmanuele II. La domenica è prevista una messa con benedizione delle mamme in attesa e dei bimbi presso la parrocchia SS.ma Trinità, mentre nel pomeriggio ci sarà una festa per la vita con i bambini in maschera, che si terrà presso il centro di aiuto alla vita, di Contrada Padre Sergio

19 Marzo: festa di san Giuseppe. Novena, solenni celebrazioni del 19 marzo e processione con l effige del santo per le vie del centro storico di Monopoli, accompagnata dalla musica della banda. La festa è arricchita da luminarie e dai tradizionali falò, la cui accensione segna il passaggio beneaugurante dall' inverno alla prospera primavera.

Settimana santa: il giovedì santo vi è la tradizionale visita ai sepolcri. La sera del venerdì santo ha luogo una delle più suggestive rappresentazione cittadine, la processione del venerdì santo. Una processione nel corso della quale le statue simboleggianti i vari momenti della passione, crocifissione e morte di Cristo, e quella di Maria SS. Addolorata. Le statue vengono portate a spalla dai confratelli accompagnate dal caratteristico suono delle “troccole”, che riportano alla mente il suono dei chiodi conficcati nella croce. Le statue si incontrano per le vie del borgo antico.

Maggio prima domenica: festa di san Francesco da Paola, patrono di Monopoli e della gente di mare. La festa inizia con il triduo nella chiesa san Francesco da Paola. Processione con la statua del santo che, partendo da piazza san Francesco da Paola, percorrerà le vie del paese fino all' arrivo a largo Portavecchia, dove ci sarà la benedizione del mare. A seguire la processione farà ritorno al convento. In serata banda, spettacolo pirotecnico, luminarie e sagra dei panzerotti, delle frittelle farcite e del pesce.

16-17 maggio: festa di san Michele Arcangelo, protettore della contrada.

Giugno prima domenica: festa dei santi Medici. La festa viene celebrata per 3 giorni ed ha inizio nella chiesa di s. Domenico. Si inizia con l' esposizione della statua presso largo plebiscito. Le immagini vengono portate in cattedrale e da qui partono per una processione attraverso il cuore del paese vecchio di Monopoli. La festa è caratterizzata da luminarie, bancarelle, la gente che passeggia tutto riversato intorno alla villa comunale di monopoli. La processione si conclude la domenica sera nella chiesa di s. Domenico, per salutare e dare un segno di gratitudine ai santi, che non danno mai le spalle ai fedeli.

13 Giugno: festa di Sant' Antonio da Padova. Considerato protettore dei bambini, a Sant' Antonio si usa porli sotto la sua protezione sin dalla nascita. La figura del santo è anche strettamente connessa al “pane di Sant' Antonio”. Come da tradizione, al termine delle celebrazioni eucaristiche, si effettua la benedizione e distribuzione del pane come segno di devozione.

Giugno dal 26 al 29: festeggiamenti in onore dei santi Pietro e Paolo. Festa religiosa con luminarie e programma civile presso la chiesa di san Pietro e Paolo nel centro storico.

27-28-29 Giugno: festeggiamenti in onore del Sacro Cuore. Dopo il triduo di preparazione, il programma religiosoentra nel vivo con la santa messa celebrata in piazza Sacro Cuore, e con la processione del Sacro Cuore e del Cuore Immacolato di Maria, che si è snodata nelle vie principale della città. Al rientro della processione, strabiliante spettacolo pirotecnico.

16 Luglio: festa in onore della Madonna di Loreto. La manifestazione si svolgerà sul tratto di strada comunale Tormento-Ciporelli. Il programma prevede la celebrazione di una santa messa con successiva processione della sacra immagine; degustazione delle frittelle farcite con la partecipazione di musica e canti popolari. La domenica degustazione con la sagra della porchetta con la partecipazione di musica, canti popolari e fuochi pirotecnici.

26 Luglio: festa di Sant' Anna. La festa si apre con il triduo di preparazione alla festa. Santa messa con la benedizione delle partorienti e successiva processione per le vie della comunità parroccchiale. Tutto accompagnato da musica, canti , balli di pizzica e taranta. Degustazione con la sagra del panzerotto e delle frittelle farcite.

1-2-3-Agosto: festa della madonna addolorata. I festeggiamenti cominciano con la processione per le vie della contrada. Programma sportivo con tornei di burraco, calciobalilla, tiro a piattello e calcio balilla a coppia. Il programma civile inizia con la sagra della zampina per gustare un panino con la zampina. A concludere la festa i tradizionali fuochi d artificio.

14-15 Agosto: rievocazione del miracoloso approdo della Madonna della madia. Cittadini e turisti accorrono presso la cala batteria, zona del porto in cui avviene la rievocazione del miracoloso approdo, accompagnato dai tradizionali fuochi pirotecnici.

13 Agosto: festa dell' aia in contrada Virbo. Appuntamento fra gastronomia e buona musica. Sul piazzale antistante la chiesetta di san Michele Arcangelo prende vita la festa dell' aia dove si mangia,  si beve e si balla sotto il cielo stellato d'estate.

Settembre: festa di san Gerardo Maiella. La contrada San Gerardo vive la festa in onore del santo, protettore delle mamme e dei bambini. Le vie e il piazzale della contrada si riempiono di luminarie e bancarelle.

4-5-6-Ottobre: festa Madonna del Rosario in contrada Cozzana. La festa inizia con la preghiera e con il pellegrinaggio dell' immagine di Maria per le famiglie della contrada. In serata la festa entra nel vivo con musica, canti, balli e spettacolo accompagnate dalle gustose sagre della porchetta e del panzerotto. Da vedere il mercatino di prodotti artistici e artigianali allestito all'interno dell ex scuola della Madonna del Rosario.

5 Ottobre: festa di san Francesco d' Assisi e sagra della cioccolato. La festa inizia con la santa messa all'aperto in piazza v. Emanuele. Processione e sagra del cioccolato accompagnati da spettacoli e mercatino della solidarietà.

6 Novembre: festa di san Leonardo di Noblac. Patrono dei carcerati. Al termine del triduo di preparazione, la festa liturgica è culminata con la solenne celebrazione eucaristica.

13 Dicembre: fiera di santa Lucia. La fiera si svolge in via Cavour. Si organizza un mercato che si estende fino al sagrato della chiesa dedicata alla vergine martire. Il mercatino rimane aperto tutta la notte ed offre bellissimi manufatti come giocattoli,addobbi per l'albero di natale e statuette del presepe. Per tradizione è previsto l'acquisto di vasi in terracotta ed i celebri “coccheriddi” . Piccole ciotole decorative in terracotta.

16 Dicembre: sagra a mare della zattera della festa patronale della Madonna di Madia. Arriva su una zattera la preziosa icona della Madonna, scortata dai marinai. Nell'ultimo tratto di mare, la zattera viene scortata sa subacquei che con le loro torce illuminano il percorso, con fuochi  di artificio. Poi segue la processione con le autorità civili e militare.

Dicembre: presepi viventi e cavalcata dei magi che giungeranno in contrada Cozzana e percorreranno a cavallo la strada che porterà alla grotta di Gesù bambino, allestita nei pressi della nuova chiesa della Madonna del Rosario.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare