Dicembre 17, 2018

Il paese di Biccari appartiene alla provincia di Foggia, e vanta un'antichissima storia; nella località Boschetto (700 mt altitudine), che sorge non molto distante dall'attuale centro di Biccari, lungo le rive del torrente Organo, è stato infatti scoperto un insediamento neolitico pugliese.

I primi insediamenti abitativi, in epoca medioevale, risalgono invece al 1024 e al 1054 d.C, dunque in epoca bizantina; a questo periodo risale anche l'imponente Torre Cilindrica, edificata per difendere la via Traiana, significativo snodo commerciale e di collegamento tra il Tavoliere delle Puglie e il territorio dell'Irpinia.

Questo edificio a pianta circolare si configura come uno dei simboli della città: le pietre che lo costituiscono sono di forma irregolare e cementate tra loro grazie a un composto a base di malta argillosa. La Torre è a tre piani, munita di cucina e di finestre, alcune delle quali però  sono state murate; è invece ancora esistente la scalinata che permetteva l'accesso al primo piano, anche se  oggi, grazie ad un progetto di ristrutturazione dell'edificio, si sta progettando di creare una nuova e più sicura scala che colleghi i vari piani della Torre Bizantina, che sarà trasformata in museo e sede di varie manifestazioni culturali.

Altri monumenti importanti sono la chiesa di Maria Santissima Assunta, una bella costruzione neoclassica che sorge nel cuore del paese; è ampia e molto luminosa, con un impianto a croce latina, diviso in tre navate, con un vasto presbiterio; l'edificio ospita inoltre ben dieci cappelle con opere pregevoli di pittura e di scultura.

Il Convento dei Frati Osservanti, dedicato a Sant'Antonio da Padova, fu eretto a partire dalla seconda metà del Quattrocento: ha una struttura semplice e austera ed è valorizzato da un chiostro luminoso e vasto. Ha subito nel corso dei secoli alterne vicende, che si sono concluse con l'attuale restauro, che ha riportato alla luce tele e altari di grande valore artistico, oltre al prezioso coro ligneo intagliato nel 1924 da Giuseppe Lucera.

Per gli amanti del verde e delle passeggiate, a poca distanza dal centro abitato di Biccari si trova l'ampia area naturale del Lago Pescara-Monte Cornacchia-Bosco Della Cerasa, punto di incontro per importanti associazioni ambientaliste e dotato di aree pic-nic, comodo parcheggio, maneggio e anche un albergo, per vivere a tempo pieno una piacevole esperienza di immersione nella natura.

Alberona

Alberona, in provincia di Foggia, fa parte dal 2005 del circuito dei borghi più belli d'Italia: sorge ai piedi del Monte Stilo, che domina con la sua mole il Tavoliere delle Puglie; la sua vegetazione è in gran parte costituita da boschi, attraversati da piccoli torrenti e popolati da una fauna estremamente ricca e variegata, che comprende lupi, cinghiali e, e tra le specie aviarie, il falco. 

Il borgo ha origini molto antiche, risalenti addirittura a prima del mille, quando cominciò ad accogliere esuli provenienti dalla Calabria, che cercavano di proteggersi dalle continue invasioni dei pirati saraceni. Alberona è stata soggetta a lunghe e diverse dominazioni, come quella sveva dell'imperatore Federico II, e in seguito angioina e aragonese. 


Nel corso del Seicento ha dovuto sottostare al pesante regime fiscale imposto dal Regno di Napoli e ha subito anche una disastrosa epidemia di peste, mentre nell'Ottocento ha subito molte vittime a causa del brigantaggio.

Oggi il centro abitato di Alberona è riconoscibile per le casette edificate in sassi, muratura e pietra bianca. Fra i principali monumenti della città spicca la Torre del Priore, che appartenne in un primo momento all'ordine dei Templari e fu trasformata nel Trecento in residenza del Gran Priore dei Cavalieri di Malta di Barletta, ordine che ad Alberona ha avuto una lunga e prestigiosa tradizione, estinguendosi solo all'inizio dell'Ottocento. 

Tra gli altri monumenti di interesse si ricordano la cinquecentesca chiesa di San Rocco, l'antica chiesa Madre, l'Arco dei Mille e il Museum Antiquarium, che trova ospitalità in un edificio storico privato ed è costituito da quattro locali molto ampi, di cui due sono stati destinati all'esposizione dei reperti archeologici e altri due vengono invece utilizzati come deposito.

Alberona da la possibilità di effettuare piacevoli escursioni naturalistiche, lungo i sentieri che attraversano il bosco del Subappennino, raggiungendo il canale dei Tigli, il parco eolico verso Volturino e il Monte Cornacchia. Fra gli eventi da non perdere, la festa del patrono San Giovanni, conclusa da un concerto a cui partecipano cantanti e gruppi importanti della musica italiana.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare