Dicembre 16, 2018

Torre dell'Orso

Torre dell'Orso, con la sua finissima sabbia color perla e il suo mare cristallino, rappresenta una tappa obbligata per chiunque desideri vivere e scoprire le straordinarie bellezze naturalistiche del Salento.

Situato nel comune di Melendugno, Torre dell'Orso, rappresenta uno dei centri turistici e balneari più importanti della costa leccese, che ogni estate richiama migliaia di turisti, incantati dallo splendore delle sue spiagge. La sua posizione, infatti, la colloca in un punto strategico che permette di intercettare le correnti del Canale d'Otranto, assicurando, quindi, un'acqua sempre limpida e pulita.

torre dell'orso

Il suo nome è dovuto alla presenza di un'antica torre, risalente probabilmente al XVI secolo, utilizzata per scrutare l'arrivo di possibili navi nemiche turche. Non è però ben chiaro il perché del termine Orso. Una prima ipotesi afferma che il termine orso faccia riferimento all'antica presenza di foche monache. Per altri invece, sarebbe da far risalire al cognome Urso, possibile proprietario dei quei territori nel lontano medioevo.

La più affascinante, tuttavia, resta l'ipotesi secondo la quale il termine orso sia da collegare alla presenza di una roccia il cui profilo ricorda appunto un orso, con il muso e le orecchie ben visibili, sebbene l'erosione degli ultimi anni ne abbia alterato le fattezze originarie. L'intera baia di Torre dell'Orso è lunga circa 800m ed è delimitata ai suoi estremi da due alte formazioni rocciose. All'estremita Sud della baia si trova la grotta di San Cristoforo risalente al III- IV sec. a.c. Il luogo, nell'antichità, era utilizzato come punto d'incontro tra i marinai, che prima di attraversare il Canale d'Otranto, al riparo dalle correnti del mare aperto, sostavano in questa insenatura innalzando preghiere agli dei affinché proteggessero il loro viaggio.

torre dell'orso
Sono stati infatti ritrovate delle antiche iscrizioni, risalenti sia al periodo latino, che al Medioevo, segno che la grotta è stata utilizzata per molti secoli. Sempre nella zona Sud di Torre dell'Orso, si ergono in mezzo al mare due scogli molto simili tra loro, che, ormai da generazioni, sono conosciuti con il nome di "Due Sorelle". Secondo la leggenda, infatti, un giorno due giovani fanciulle si recarono sulle scogliere di Torre dell'Orso per trovare refrigerio dall'arsura della campagna. Una delle due si sporse troppo, ammaliata dal mare in tempesta, ma cadde in acqua.

Le grida di terrore della giovane spinsero la sorella a gettarsi, nel tentativo di salvarla ma, in pochi minuti, il mare in burrasca le inghiottì entrambe. Le grida delle due giovani arrivarono però all'orecchio di un pescatore, che corse verso il mare: delle due sorelle non c'era più traccia ma, al loro posto, due alte rocce che emergevano dall'acqua simulando un abbraccio. Negli ultimi anni, la piccola frazione di Torre dell'Orso, si è attrezzata sempre meglio per riuscire a rispondere alla grande domanda di turisti. Accanto alle tante strutture alberghiere e alle case vacanza, infatti, sono nati tanti suggestivi locali per animare le serate estive. Gli stessi lidi, si trasformano, di notte, in luoghi di divertimento per tanti giovani e non, desiderosi di trascorrere momenti di spensieratezza e gioia. 

torre dell'orso
La presenza di nuove strutture, tuttavia, si combina con il rispetto del piccolo centro storico che continua ad esercitare il suo fascino suggestivo. È infatti possibile ammirare, appena fuori dal centro abitato, gli antichi casali ottocenteschi e le tipiche strutture delle case a corte. Torre dell'Orso è, inoltre, poco distante sia da Lecce, che da Otranto; grazie alla sua posizione, è perfetta per coniugare la tranquillità di un soggiorno al mare con la possibilità di scoprire, a pochi km di distanza, il patrimonio culturale, artistico e storico della splendida terra salentina.

Torre dell'Orso è il luogo ideale per trascorrere le proprie vacanze in pieno relax; sarà impossibile, infatti, non rimanere totalmente rapiti dalla bellezza della sua costa, dal suo mare caraibico e dalle tradizioni e leggende che rendono il soggiorno ancora più intrigante e ricco di mistero.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare