Gennaio 23, 2019

Visitare Rodi Garganico, cosa vedere e cosa fare

Rodi Garganico, bella e caratteristica località balneare pugliese, fa parte del Parco nazionale del Gargano ed è una meta turistica molto apprezzata per la qualità del suo bellissimo mare.

Una qualità ampiamente riconosciuta, al punto che Rodi Garganico è stata più volte insignita della Bandiera Blu. Oltre alle spiagge e al meraviglioso mare, e monumenti di grande interesse storico e culturale, il paesino è caratterizzato da stradine che denunciano le origini greche e conservano alcuni tratti tipici dei borghi medievali.

rodi garganico

Spiagge
La costa è caratterizzata da lunghe spiagge di sabbia finissima. Tratti di costa impreziositi da piccoli faraglioni come quello chiamato "del Cane", proprio a causa della sua forma che ricorda in modo particolare l'animale. La spiaggia di levante è lunga circa 4 chilometri, è molto larga e si estende fino ad arrivare alla spiaggia di San Menaio. 
Ad ovest di Rodi Garganico si sviluppa invece la spiaggia di ponente che comprende la spiaggia della Baia Santa Barbara e la spiaggia di Lido del Sole. Quest'ultima, è un centro di grande richiamo e con il passare del tempo è diventata uno dei luoghi più gettonati del Gargano. Una spiaggia finissima, un mare dalle eccezionali sfumature,  dove si concentrano un grande numero di infrastrutture turistiche a carattere ricettivo.

rodi garganico spiaggia
Quartiere Chepabbash
Gli scorci del quartiere regalano ai turisti un'esperienza unica e originale: vicoli stretti, archi e terrazze panoramiche sono un mix speciale da non perdere. Il quartiere era abitato principalmente dai pescatori; un borgo di antiche tradizioni marinare molto bello da visitare che, specie in primavera, con le rondini e il profumo di zagare (i fiori degli aranci) è ancora più affascinante. 

Quando si è sul posto è difficile non farsi suggestionare dal fascino di questo antico quartiere.

rodi panorama

rodi vicoli
Le Chiese
Al centro del paese si trova il Santuario della Madonna della Libera, dove si venera il quadro della Madonna della Libera. L'icona della Madonna della Libera è posta sull'altare maggiore e ritrae la Vergine seduta su un trono. Altri motivi di interesse del Santuario sono quattro tele di scuola napoletana e il Sacro Sasso su cui si posò la Madonna.

chiesa madonna della libera

Un'altra chiesa di interesse culturale è quella di San Nicola. Un monumento di culto le cui origini risalgono al 1680 e caratterizzato da un campanile alto più di 20 metri. Un campanile nato in origine come torre di avvistamento e che faceva parte del sistema difensivo costiero.  La Chiesa di San Pietro è invece la più vecchia chiesa urbana e si trova in una bella piazzetta della città. Una chiesa che nel corso degli anni è stata ampliata, come testimoniano le differenze architettoniche.

chiesa san pietro
Gastronomia
L'arte culinaria di Rodi Garganico si basa principalmente sui piatti di pesce o verdure: un forte richiamo per i palati fini. Prodotti legati alle tradizioni e al territorio con un'infinità di pietanze tutte da scoprire: dalla zuppa di pesce alla rodiana alle cozze gratinate, dall'insalata di arance all'insalata di acciughe. Tra i primi piatti particolarmente di moda sono i troccoli con seppie ripiene di pane e formaggio e i bucatini con le canocchie. Un altro fiore all'occhiello della cucina locale sono i liquori come il limoncello, preparato con i limoni della zona, e l'arancino, un liquore di arance tutto da gustare.

Rodi Garganico è anche un ottimo punto di partenza per visitare altre bellissime località come Peschici, Vieste, Vico del Gargano, le Isole Tremiti, i Laghi di Lesina e la Foresta Umbra, tappa obbligata per gli amanti del trekking e delle escursioni a carattere naturalistico. 

Cosa Visitare:

  • Centro storico
  • Santuario Madonna della Libera
  • Chiesa di Santa Barbara
  • Chiesa di San Nicola
  • Chiesa di San Pietro e Paolo
  • Chiesa del crocifisso 
  • Chiesa del Santo Spirito – Convento dei Cappuccini

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare