Dicembre 16, 2018

La foresta Mercadante si trova all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, dichiarato area naturale protetta nel 2004.

Amata da tutti per la tranquillità che offre e per l’atmosfera incantata che vi si respira, è un’oasi di pace lontana dal trambusto della città.

foresta mercadante

Un polmone verde distante pochi chilometri da Bari, che offre un’area picnic ben attrezzata, servizi igienici, due ristoranti e percorsi da fare in bicicletta o a piedi.

foresta mercadante

La storia della foresta è alquanto singolare, perché ha origini artificiali. Fu creata alla fine degli anni Venti del Novecento, dopo l’intensa attività di deforestazione condotta nel secolo precedente. La scelta di piantare una foresta artificiale scaturì dalla necessità di evitare nuovi disastri alluvionali alla città di Bari, devastata da quelli del 1905, del 1915 e del 1926. Furono allora piantati lecci e pini d’Aleppo, così da creare una foresta di conifere a crescita rapida, che si è evoluta nel tempo e che oggi vanta una grande biodiversità.

La foresta Mercadante ha raggiunto così, dopo quasi un secolo, la sua estensione attuale di 1300 ettari che occupano il territorio di Cassano delle Murge e di Altamura: una zona della Puglia di origine carsica, ricca di doline, grotte e gravine, un territorio aspro che accoglie questo bosco rigoglioso. Gli amanti della natura godranno a pieno immersi all’ombra delle querce della foresta, dove potranno respirare aria fresca e pulita durante un giro in bicicletta o passeggiando per i percorsi proposti. Infatti, sono due i percorsi tracciati all’interno della foresta Mercadante.

foresta mercadante percorso natura

Il percorso natura è stato pensato per entrare in contatto con il bosco e conoscerne i segreti. Lungo i 3,5 km di percorso botanico sono stati installati 11 cartelli che illustrano le piante e gli animali che lo abitano. Si tratta di un sentiero semplice, facilmente praticabile da tutti e molto rilassante.

foresta mercadante

C’è inoltre il percorso salute, con due opzioni: una più semplice a 10 attrezzi e un sentiero ginnico più articolato con 16 attrezzi, che raggiunge una lunghezza totale di 4,3 chilometri.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare