Dicembre 16, 2018

Olio extravergine pugliese DOP

La Puglia vanta diversi primati quando si parla di olio. È, infatti, una delle regioni d'Italia in cui la coltivazione degli ulivi è più diffusa, e quella in cui ha origini risalenti a mille anni avanti Cristo.

Se ne ha testimonianza in molti reperti archeologici, grazie ai quali è stato possibile conoscere l'antica storia, degli ulivi secolari di Puglia.

La coltivazione fu perfezionata dai greci e dai fenici, per poi passare alla produzione dei romani. Certo è che la tradizione olearia pugliese è legata a doppio filo, con la storia e la natura del territorio, tanto che l'olio extravergine d'oliva, prodotto nella regione Puglia, ha ricevuto ben cinque riconoscimenti DOP. Seguendo la geografia, si comincia con l'olio extravergine d'oliva Dauno DOP. Con il suo colore verde-giallo, si presenta in quattro varietà tutelate dal 2000 dal Consorzio Daunia Verde.

C'è il gusto fruttato dell'"Alto Tavoliere" e del "Sub-Appennino", ci sono le note dolci mandorlate del "Gargano" – perfetto con il pesce e le verdure – e infine, ma non per bontà, il sapore leggermente piccante e deciso del "Basso Tavoliere". Anche l'olio extravergine DOP Terre di Bari è presente in tre varietà, ma in questo caso la raccolta delle olive avviene in maniera esclusivamente meccanica. Quelle più leggere e delicate sono la "Castel del Monte" e la "Bitonto", mentre la varietà amaro-piccante è quella "Murgia dei Trulli e delle Grotte".

L'olio extravergine di oliva Collina di Brindisi DOP è prodotto a nord della città, in otto comuni che appartengono alla cosiddetta "Strada dell'Olio": Ceglie Messapica, Carovigno, Cisternino, Fasano, Ostuni, San Michele Salentino, San Vito dei Normanni e Villa Castelli. È proprio qui che si estende la piana degli ulivi millenari: giganti buoni che assomigliano a opere d'arte scolpite da madre natura. Si possono ammirare con escursioni guidate, accompagnate da ottime degustazioni d'olio Collina di Brindisi. È un olio dal colore dorato e dal gusto dolce e delicato, prodotto con olive rigorosamente raccolte a mano.

Addentrandoci nel Salento, si arriva alle terre di produzione dell'olio extravergine d'oliva Terre d'Otranto DOP – dal colore verde e leggermente piccante – e del Terre Tarentine DOP. Qui gli ulivi godono un clima mite esposto a sud con la protezione a nord delle Murge; un territorio ideale dove la coltivazione dell'ulivo ha radici antichissime.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare