Gennaio 23, 2019

Manfredonia e i suoi piatti tipici

La città di Manfredonia prende il nome da Manfredi, figlio dell'imperatore Federico II, che la fondò nel XIII e che, volendone fare "una delle città più belle del mondo", grazie alla sua posizione strategica, in quanto protetta dai monti e posta all'ingresso del Gargano meridionale, la decretò come porta del Gargano.

Manfredonia è riconoscibile attraverso le sue bellezze paesaggistiche, ma anche per il carnevale, festività che vede nel mese di febbraio sfilare tanti carri allegorici e artistici.Varie sono le proposte culinarie di dolci tipici, che si alternano ai prodotti locali di gran pregio. Tra i dolci tradizionali, famosi con il nome di ciangularie, si possono degustare le buonissime ostie ripiene, dette ostia chjène, che sono degli ottimi croccanti, composti da mandorle e miele.


Altra tipicità gastronomica è la farrata, fatta di pasta sfoglia a base di farro e caratterizzata dal gusto dolce del ripieno di ricotta, condita generosamente:  in tempi remoti questa leccornia era chiamata il dolce delle spose.


In passato la farrata era un dolce tipico del periodo di Carnevale, ma ora lo si può gustare durante tutto l’arco dell’anno. Si tratta di un prodotto gastronomico storico: il farro è il primo grano, che i pastori nomadi del Medio Oriente coltivarono agli albori della civiltà: si tratta di una pianta frumentaria, che cresceva spontanea, già nota ai tempi di Omero.

Si narra infatti che la farrata veniva offerta a Giove prima di ogni matrimonio, per augurare ai futuri sposi fedeltà e amore. Un prodotto che ancora oggi racchiude in sè la poesia e l’amore verso questa terra, è un prodotto tipico ed assai apprezzato da chiunque abiti questo luogo, tanto da ispirare addirittura un cortometraggio, che porta il suo stesso nome, “La farrata”, a cura di Anna Rita Caracciolo.

La bellezza di Manfredonia è anche nei suoi piatti: tante sono le leccornie che questa città offre ai turisti curiosi e amanti della buona cucina. Molte le pietanze pregiate, a base di pesce, abbondante nel golfo di Manfredonia, ricco di polpi, seppie, spigole, triglie coi baffi, orate, calamari, sogliole, sgombri e tantissimi frutti di mare.

Vero vanto della gastronomia manfredoniana è, infatti,  la ciambotta, una vera zuppa di pesce, costituita da scorfano, testone, coda di rospo o pesce Sanpietro, sbarro, tranci di dentice, gronco, calamaretti, cozze nere, arselle, conosciuti anche  come lupini, murici detti caperroni, aglio, cipolla, pomodori freschi, basilico, prezzemolo, olio extravergine d'oliva, sale e crostini di pane casareccio.


Bellezza pesaggistica, prodotti locali e genuinità fanno di Manfredonia un ottimo punto di approdo, per iniziare un tour di tutto il Gargano, una terra che ha molto da raccontare.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare