Dicembre 16, 2018

Natale tra i paesi dei Monti Dauni

Il Natale sui Monti della Daunia è sinonimo di fede e tradizione come dimostra lo stesso territorio, ricco di storia e bellezze locali.

Ogni anno il Natale attrae sui Monti Dauni tanti turisti curiosi di vivere questa festività in modo originale. E si, perché la festa del Natale sul Subappennino dauno non è solo un fitto calendario di eventi in cui divertirsi, ma soprattutto un cammino culturale e spirituale che i cittadini dei vari paesi compiono puntualmente coinvolgendo anche i turisti del posto.

Sui Monti Dauni il periodo natalizio rappresenta un momento fondamentale dell’anno in quanto crea aggregazione sociale per lo svolgimento di una serie di pratiche antichissime rilevanti per il convivio culturale. Il clima della festa è percepito nel pieno delle giornate dicembrine tra le viuzze dei centri storici delle borgate daune, in cui spuntano qua e là i primi stand artigianali. Il tutto è curato secondo i minimi dettagli: si prevedono recite, rappresentazioni teatrali e cinematografiche realizzate da associazioni e gruppi studenteschi locali. Ascoli Satriano, ad esempio, si trasforma in un paese della cuccagna dove tra leccornie caserecce e risate il famoso gruppo dei “Goliardia” si dedica alla satira e allo sfottò con lo scopo di unire la cultura del luogo al divertimento.

Non mancano concerti di Natale intonati dalle voci angeliche dei più piccini, anch’essi parte attiva dell’organizzazione della festa. In molti paesi del Subappenino Dauno sono proprio i bambini ad essere gli esclusivi protagonisti del Natale. Pare che tali realtà siano la meta preferita di Babbo Natale, le sue case, infatti, sono attrazione per moltissimi curiosi che adorano fargli visita in attesa della consegna dei doni. Candela è una di queste: Babbo Natale porta con sé la magia, tanti doni e a volte anche qualche bella nevicata.

La voglia di raggiungere i Monti Dauni per trascorrervi le feste natalizie è dettata anche dalla presenza dei presepi viventi, un costume molto antico e ben radicato in quasi tutta la provincia di Foggia. Le rocce e le cavità montuose circostanti a Deliceto, Motta Montecorvino, Candela, Biccari ed Alberona accolgono la Natività con i tutti i suoi personaggi travestiti con i tipici costumi settecenteschi del presepe partenopeo. In queste zone prossime al confine campano, la raffigurazione di Betlemme alle prese con la nascita di Gesù Bambino è uno degli appuntamenti natalizi più importanti. 

L’ambientazione davvero suggestiva avviene sullo sfondo di castelli svevi e torri normanne tra vicoli, stradine del centro storico e rustiche casette contadine. Un presepe a cielo aperto che non ha bisogno di scenografie! La circostanza, segnata dalla partecipazione delle diocesi locali, esprime un profondo credo religioso che arricchisce l’atmosfera magica di un valore aggiunto. Non solo, ma l’intento è quello di riproporre mestieri ed usanze di un passato abbastanza recente ormai scomparso. Nel complesso si ritorna alla vita semplice e comune in una location stupendamente arricchita da un patrimonio storico artistico senza tempo. 

Alla Vigilia di Natale non può mancare la tombola con i fagioli e le bucce di mandarino miste a gusci di frutta secca… è buona usanza anche questa! La tavola, poi, non può che imbandirsi di caloriche portate a base di pesce..in fin dei conti, il mare non è così lontano. Nel menù del 24 dicembre di Volturara Appula e Celenza Valfortore regna nobile l’anguilla cucinata a regola d’arte. Di dolci poi ve n’è in gran quantità: dalle scartellate alle mandorle atterrate gli zuccheri non verranno meno!

Ogni angolo dei Monti Dauni riserva usi e costumi differenti uniti da un fattore comune: lo spirito magico che si diffonde in tutta la provincia dauna. Il Natale è bello ovunque, ma in Daunia sarà il giorno più sorprendente dell’anno.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare