Dicembre 16, 2018

Il sentiero dei presepi dauni

Ogni anno, in prossimità del Natale, i Monti della Daunia esibiscono l’arte del presepio itinerante, opera d’arte rappresentata sulle vie di tutti i paesi della zona.

La tradizione del presepe dauno è un’occasione per viaggiare tra bellissimi paesaggi naturalistici e camminare tra le meraviglie di antichi borghi. Associazioni culturali e pro loco si riuniscono per organizzare il "Natale in Casa Daunia", rassegna artistica del presepe, attraverso la quale sia accendono i riflettori su tutti i paesini del Subappennino dauno: opere d’arte, derivate dalla grande abilità della tradizione artigianale, che raccontano della popolazione locale, della loro cultura agropastoriale e dei mestieri del passato. Già, perché i veri protagonisti del presepe dauno sono gli abitanti che raccontano di sé.

Vi chiederete come un semplice presepe possa racchiudere tutto questo. La nascita di Gesù Bambino non passa in secondo piano, l’unica differenza è l’ambientazione. La suggestiva atmosfera dei borghi dauni fa da sfondo al momento tanto atteso della nascita di Gesù Bambino. I Monti Dauni e a volte anche altre straordinarie scenografie, si sostituiscono a Betlemme, come traspare dagli oggetti e dagli spazi rappresentati con grande abilità in scala minore. Non c’è paese dei Monti Dauni che non sappia rappresentare con estro e maestria la propria cultura contadina in una rappresentazione sacrosanta come quella del presepe. 

Ogni anno quest’arte vede impegnarsi tantissimi artigiani, pronti a scaldare il clima natalizio locale attraverso la raffigurazione di storie del passato (spesso anche realmente accadute) nella natura della propria realtà. Bovino, Accadia, Celenza Valfortore, Lucera, Celle San Vito, Motta Montecorvino, Volturino, Roseto Valfortore, Faeto, Sant’Agata di Puglia, Panni, San Marco La Catola, Deliceto, Candela, Pietra Montecorvino e Casalnuovo Monterotaro sono quelle piccole realtà in cui la tradizione del presepe è ormai radicata. 

Coll’avvicinarsi del Natale, gli abitanti di questi paesi intendono scaldare gli animi dei turisti, offrendo loro non solo bellezze territoriali, ma anche prelibatezze enogastronomiche: scarole, vincotto, taralli zuccherati, cartellate e tante altre bontà, che seppur semplici addolciranno il sentiero del presepe itinerante. Ciascuna cittadina vi accoglierà calorosamente nei propri vicoli illuminati a festa, segnando la via dell’arte sacra. Percorrerete un unico sentiero che tra una sosta e una degustazione vi condurrà da un paesino all’altro.

Tuttavia, le varianti dei presepi sono molte: durante l’esibizione emergeranno le singolari caratteristiche di ciascun paese (dalle nenie alle forme dei campanili). Il presepe di Sant’Agata di Puglia, ad esempio, ambienta la natività tra gli angoli della stessa cittadina; Candela, invece, è famosa per la rappresentazione di “Natale in Casa Cupiello” in un’ambientazione orientale. 

Particolari i “Presepi in vetrina” ad Orsara di Puglia, dove ogni esercizio commerciale riproduce la natività con materiali e tecniche differenti. Insomma, c’è l’imbarazzo della scelta! Nel complesso “Natale in Casa Daunia” è un appuntamento fisso da ben cinque anni ormai. I presepi itineranti, incastonati in scenari naturali ed unici, creano sentieri sacri e cammini di festa tra storia e tradizione. Un viaggio che arricchirà il vostro Natale!

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare