Dicembre 17, 2018

Ostuni: passeggiando per la città bianca

Tra le città pugliesi, Ostuni è conosciuta come la "città bianca", per gli edifici imbiancati a calce, che le conferiscono una tipica luce mediterranea.

Circondata dalle antiche mura di fortificazione, ampliate nel periodo aragonese, il suo fascino è racchiuso nelle stradine, che tra scalini e portoni colorati, s'inerpicano fin sulla piazza del duomo. Monumento simbolo di Ostuni è la guglia di Sant'Oronzo. Con i suoi venti metri di altezza, su cui svetta la statua del santo protettore, fu eretta nel 1771 per omaggiarlo di avere risparmiato la città dalla peste che aveva flagellato Napoli.

In realtà, in precedenza i cittadini di Ostuni, avevano ringraziato il santo, edificando il Santuario di Sant'Oronzo nel 1657, dove oggi è custodita la versione in cartapesta della statua argentea del santo, portata in processione ogni anno a fine agosto per le vie della città, durante la Cavalcata di Sant'Oronzo. Per chi si trovasse da queste parti tra il 25 e il 27 agosto, si tratta di un evento folkloristico imperdibile. I cavalieri e i cavalli vengono bardati a festa, con cappe e mantelli ricamati minuziosamente a mano, con paillettes argento su tessuti scarlatti. Ogni famiglia di cavalieri vive con trasporto la vestizione e la processione, che culmina ogni anno in piazza del duomo.

Il passato di Ostuni si scopre anche nelle oltre duecento masserie storiche. disseminate nel territorio circostante la città. Le masserie erano antiche fattorie fortificate, per difendersi da attacchi via terra e via mare. Vi viveva una vera e propria comunità. Infatti, oltre alla casa padronale, erano solitamente presenti le abitazioni dei lavoratori, una chiesa e un frantoio.Oggi sono proprietà private visitabili su appuntamento e alcune delle migliori aziende produttrici di olio extravergine pugliese.

Dal promontorio su cui sorge la città, le eteree abitazioni di Ostuni, si affacciano sul blu della splendida marina. Venti chilometri di costa e di spiagge altrettanto bianche. Da segnalare quella di Quarto di Monte, le spiaggette di Torre Pozzella, circondate dalla macchia mediterranea, e alla riserva naturale di Lido Morelli.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare