Dicembre 16, 2018

Gli splendori della Lecce antica

Lecce trasuda storia in ogni vicolo, in ogni strada, nelle sue fantastiche piazze.

A fianco di vestigia romane, sorgono imponenti palazzi gotici e rinascimentali, ma Lecce è considerata soprattutto la capitale del barocco. Infatti, la città vide nel Seicento il momento di massimo splendore, che ancora oggi si percepisce passeggiando per i suoi quartieri. La città conserva due delle torri che facevano parte delle antiche mura medievali. A nord, la Torre di Belloluogo, di forma cilindrica, fu eretta nel XIV secolo; ancora oggi si possono visitare alcune stanze e la cappella, con affreschi molto interessanti e ben conservati.

torre belloluogo
La Torre del Parco, anticamente sede della zecca e poi prigione, si trova, invece, nel cuore di Lecce e risale al secolo successivo. Anch’essa è circondata da un fossato e fa parte, a ben vedere, dei monumenti simbolo dell’antico passato leccese.

torre parco

Tuttavia, due sono le piazze che meglio raccontano il passato di Lecce. La prima, piazza Sant’Oronzo, racchiude ciò che rimane dell’antico anfiteatro romano risalente al I-II secolo d.C. Si possono ancora ammirare i resti dell’arena, una parte delle mura e delle gradinate che un tempo potevano ospitare più di ventimila spettatori. Sulla piazza e sulle chiese di San Marco e di Santa Maria delle Grazie veglia indisturbata la statua di Sant’Oronzo, protettore di Lecce. E poi c’è la bellissima piazza Duomo.

piazza sant'oronzo

Il Duomo di Maria SS. Annunziata è l’anima barocca di Lecce, che accoglie il visitatore in modo insolito. Un tempo la piazza era chiusa, a mo’ di cortile, con portoni che oggi non sono più presenti. Un chiaro dettaglio barocco che si unisce alla particolare sistemazione del duomo in posizione parallela rispetto al punto di accesso alla piazza.

piazza duomo
Dall’alto del campanile a cinque piani, si osserva piazza del Duomo in tutta la sua bellezza. Qui sorge, infatti, anche l’ex convento dei Celestini con l’annessa Basilica di Santa Croce, popolata da figure mitologiche e zoomorfe, simboli cristiani e pagani, cornucopie e ghirlande, e decorata con un magnifico soffitto a cassettoni: un esempio perfetto dell’estrosità tipica dell’arte barocca.

basilica santa croce

Imperdibili sono anche i palazzi barocchi del quartiere delle Giravolte, tra vicolo Santa Venera, via Figulli e piazzetta Tancredi.

barocco

Se invece siete curiosi di conoscere tutta, ma proprio tutta la storia della città, dall’età messapica al Novecento, una tappa obbligata è il MUST – il Museo Storico Città di Lecce.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare