Dicembre 16, 2018

Vacanza nella Puglia imperiale: il bello della Terra di Bari

La vacanza in Terra di Bari lascia intravedere dettagli spettacolari fra vicoli, lungomare, basiliche e sagre.

 

Il verde smeraldo dell’Adriatico sembra irreale, mentre il rumore delle onde vi cullerà con piacere in un clima gioioso e mite.

Benvenuti a Bari, capoluogo pugliese. Una grande città divisa in due: la zona nuova, gremita di turisti alle prese con lo shopping fra le strade dell’alta moda in prossimità del Teatro Petruzzelli, Piccinni e Margherita, mentre studenti e lavoratori sono immersi nel pieno della routine, e la “città vecchia” ,  tranquilla, con i suoi vicoli all’ombra del castello svevo normanno, dove anziane signore si dedicano all’arte dell’orecchietta e pescatori ed artigiani sono intenti in bottega.

 

In questo punto è possibile percepire una forte contaminazione culturale, dettata dalle diverse popolazioni che hanno abitato questa terra nel corso delle varie epoche storiche: Piazza Mercantile, Palazzo della Dogana, la Basilica di San Nicola e Palazzo del Sedile.

Nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia spiccano vigneti ed uliveti, la vera ricchezza di questo territorio. Bitonto, infatti, è considerata la città degli ulivi: un piccolo borgo fortificato da mura austriache contenenti un mix di architetture romaniche e bizantine, come la Chiesa di San Francesco e la Chiesa di San Domenico e la Porta Baresana.

 

All’esterno vige la natura del Lago della Mandria e Lamione di Giannone. Il pane dalla crosta croccante lo trovate ad Altamura, uno dei prodotti più ambiti nell’enogastronomia locale. Numerose le location dove assaporarlo, fra cui Masseria De Angelis e Masseria Dominante. Non si esclude, però, anche la bontà dei forni delle Calustri, nucleo della vita sociale. La storia antropologica di Altamura, inoltre, non passa inosservata: l’uomo d’Altamura ha lasciato testimonianza di sé e dei suoi costumi nella dolina del Pulo e nella Cava della Lucia. Fantastiche le escursioni nell’Oasi WWF del Parco della Corte, Bosco di Mesola e della Vallata nell’agro di Acquaviva delle Fonti. La Sagra della Cipolla Rossa e la Festa del Vino Primitivo e del Cece Nero vi condurrà in città per visitare lo stile fiammingo delle chiese e il barocco dei palazzi signorili. Ecco anche la città dell’uva, Rutigliano, capitale d’eccellenza dei fischietti pugliesi, a cui è impossibile resistere soprattutto per il vicino Carnevale di Putignano, località prossima alla spettacolare Grotta del trullo.

Fra gli altri comuni dell’Alta Murgia spicca Minervino Murge, sede di un santuario dedicato a Minerva.

 

La roccia calcarea dei suoi terreni rende stranamente la natura fertile e rigogliosa: fitti boschi accolgono il fungo Cardoncello, ottimo abbinamento con il Castel del Monte doc. Spettacolari gli Jazzi dei tratturi di Ruvo di Puglia, giusta location per una vacanza enogastronomica al sapore del Pallone di Gravina, formaggio tipico della città delle grotte sotterranee. La nobiltà medievale di Modugno e le bellezze de “I luoghi di Federico II” a Corato, famosissima anche per il Palazzo delle Pietre Pizzute, sono imperdibili per coloro che amano le escursione culturali.

 

Così come Gioia del Colle un nome, una garanzia di un nucleo urbano antico che ben si accosta all’universo magico dei Boschi Romanazzi. A Conversano, invece, la vacanza è a diretto contatto con al profonda sacralità del territorio: alberghi e bed & breakfast incastonati in conventi e all’interno delle rocche del suo antico castello.

E se di archeologia si parla, un po’ più a nord, Canosa di Puglia ne tiene il primato.

 

Un centro storico fatto di archi e di ipogei, in simbiosi con i territori di BAT: Barletta, città del colosso di Eraclio e della disfida fra gli spagnoli di Ettore Fieramosca e i soldati francesi;

 

Andria, borgo dei tre campanili e dello stupendo Castel del Monte, e Trani, paese della Serenissima, inconfondibile per l’austero stile gotico e romanico della sua cattedrale a strapiombo sul mare.

Nella stessa provincia, la bella Molfetta bizantina, oggi rinomata per il suo outlet, principale polo commerciale per l’intera regione.

 

Ma non si dimentichi il mare! Le acque di queste zone detengono il titolo di bandiera blu: a dimostrarlo le spiagge e le saline di Margherita di Savoia, fantastica destinazione per una vacanza rilassante in spa; Bisceglie sul lungomare di Ponente, e Giovinazzo, borgo marittimo per eccellenza, rinomato ancora oggi per essere un centro museale di rilevante importanza.

La costa a sud, infine, si popola di città romantiche.

 

A Polignano a Mare si canta nel “Blu dipinto di blu”, nota canzone del suo nativo Domenico Modugno, che, chissà si sarà ispirato a Lama Monachile, paesaggio marittimo prescelto per numerosi set cinematografici.

Monopoli, invece, è bella così com’è proprio per la sua semplicità, a bordo dell’azzurro del mare e fiancheggiata dal verde della sua campagna.

 

Qui, la vacanza sulla spiaggia è d’obbligo: sdraio, sole e sotto il naso il profumo delle orecchiette con le cime di rapa, accompagnate con olio, peperoncino ed acciughette. Che si aprano le danze e si accendano le luminarie! La terra di Bari mantiene viva l’atmosfera pugliese, tra folk e la profonda spiritualità.  

Terra di Bari, location incantata per la vacanza nel cuore della Puglia. Una villeggiatura entusiasmante tra costa ed entroterra, in cui assaporare e vivere un territorio rinomato perle sue qualità. Mare, cibo, arte ed ospitalità fanno della vacanza in Terra di Bari un’avventura esplorativa. Il mare Adriatico, è una meta gettonata per le vacanze in Puglia; dalle intime spiagge rocciose a strapiombo sulla costa di Polignano a Mare, alla vacanza relax sul mare cristallino di Monopoli.  Come sfondo, il porto: lunghe passeggiate sul molo, tra pescatori intenti a garantire la qualità del pesce fresco.

Non a caso, qua e là spunta qualche ristorantino ittico con sedute all’ aperto e ricche portate di crudo barese. Ed ecco che la vacanza si trasforma in un soggiorno enogastronomico: come non approfittare anche della bontà dei prodotti locali e dello street food barese? Celebrata dall’ accensione delle colorate ed imponenti luminarie pugliesi, la cucina della Terra di Bari si articola fra le strade del centro in feste religiose e sagre di paese, dal gusto tipico di vini degni dell’eccellenza culinaria. Un must la focaccia barese e le orecchiette con le cime di rapa. 

La vacanza prosegue nei borghi più belli d’Italia all ’ombra delle architetture storiche. Chiese, castelli, cattedrali di Trani e Barletta e ad ogni “gnostra” (vicolo) la sua storia dominata da varie culture. Dal silenzio di queste stradine riecheggiano i discorsi intimi e familiari nel brioso dialetto barese. Terra di Bari, svago e riposo, vacanza di emozioni.

 

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare