Manfredonia e Siponto

manfredonia

Manfredonia è una splendida cittadina adagiata lungo la parte meridionale del promontorio del Gargano, rappresentando, di fatto, l’approdo principale di questa parte della Puglia, grazie al suo porto, dal quale partono anche moltissimi battelli che compiono il giro turistico del Gargano.

Per le sue spiagge, i tesori artistici ed i suoi dintorni ricchi di storia, essa rappresenta un perfetto luogo di villeggiatura. Manfredonia, come suggerisce il suo stesso nome, fu fondata intorno alla metà del 1200 da Manfredi, figlio di Federico II.

Nel corso dei secoli, poi, il suo territorio conobbe la dominazione aragonese, la guerra contro la Francia e, soprattutto, l’invasione turca che poco risparmiò delle precedenti costruzioni. Fu solo dalla seconda metà del 1600 che cominciò la ricostruzione di Manfredonia con la riedificazione del Duomo.

Il tour della cittadina può iniziare con una passeggiata sul lungomare godendo del panorama ed osservando il lungo molo commerciale che si protende verso il largo. Rientrando verso il centro storico ci si trova davanti al Castello Svevo Angioino, il monumento più rappresentativo ed importante di Manfredonia.

castello
Imponente ed affacciato sul mare, esso è il frutto di varie modifiche effettuate nel corso dei secoli, a cominciare dal 1279, anno in cui iniziò la costruzione per poi proseguire con l’aggiunta della cinta muraria e del bastione dell’Annunziata, entrambi necessari per proteggere il castello dagli attacchi di invasori. Dalle sue mura è possibile godere di una bellissima vista sulla città e sul suo porto.

Nel Castello, attualmente, è ospitato il Museo Nazionale che raccoglie le testimonianze della presenza dell’uomo, a partire dal Paleolitico, sul territorio Dauno. Dopo aver visitato il Castello ci si immette in Corso Manfredi, la via principale, isola pedonale ricca di locali e negozi e punto di ritrovo non solo per i turisti ma anche per gli abitanti, che amano passeggiare lungo questa strada.

museo
Ottimo punto di riferimento per fare shopping, cercare souvenir o assaggiare qualche specialità tipica della zona. Molte sono le architetture religiose presenti in città, a testimonianza della profonda devozione della popolazione.

La Cattedrale di Manfredonia è dedicata al Santo Patrono della città ovvero San Lorenzo Maiorano che fu vescovo di Siponto. Essa venne costruita verso la fine del 1200 ma agli inizi del 1600 fu completamente distrutta dai Turchi e solo verso la fine dello stesso secolo fu possibile ricostruirla. In essa sono custodite varie reliquie e la Madonna di Siponto, una statua lignea di origine bizantina di particolare valore per gli abitanti.

cattedrale
Da visitare, inoltre, la Chiesa di San Domenico, il Convento di Santa Maria della Vittoria e, a pochi chilometri da Manfredonia, l’Abbazia di San Leonardo. Si tratta, infatti, di luoghi ricchi di storia, che custodiscono tesori inestimabili spesso sconosciuti alla maggior parte dei visitatori.

abbazia san leonardo

La sede del Comune è ospitata nel Palazzo San Domenico, a Piazza del Popolo, che precedentemente, come suggerito dal nome, era occupato dai frati domenicani che vi restarono fino all’età napoleonica. Passeggiando tra le vie della città ci si imbatte in altri palazzi storici, tra i quali Palazzo de Nicastro e Palazzo Delli Guanti, entrambi in stile barocco, Palazzo Celestini dove si trova la biblioteca comunale e l’Auditorium o Palazzo delli Santi in stile rococò.

Sia che si trascorrano le vacanze a Manfredonia sia che si passi solo da questa città, non è possibile non visitare anche la Basilica di Santa Maria Maggiore di Siponto, molto amata dagli abitanti.

basilica santa maria maggiore

Siponto

Siponto è una frazione di Manfredonia, dalla quale dista pochissimi chilometri. Il suo lido è molto frequentato, grazie anche al bellissimo mare ed alla lunga spiaggia caratterizzata da sabbia fine e chiara, adatta a famiglie con bambini. La storia di Siponto è lunga e legata anche a leggende antiche, secondo le quali essa fu fondata da Diomede. In realtà essa, da centro abitato dalla popolazione dauna, divenne prima colonia greca, poi fu conquistata dai Sanniti per essere infine occupata dai Romani. Anche Siponto fu invasa dai Saraceni per poi tornare sotto i Normanni agli inizi dell'anno 1000.

Un parco archeologico con gli scavi che hanno portato alla luce gli antichi resti di Siponto, rappresentano il luogo ideale per gli amanti del genere. Di particolare interesse è, poi, il Santuario sorto vicino ad una basilica paleocristiana ed all’interno del quale si trova un’icona raffigurante la Madonna con Bambino.

Tornando verso il centro storico di Manfredonia, magari verso il tramonto, è il momento adatto per andare alla ricerca di un locale caratteristico dove gustare i prodotti della ricca terra dauna e della Capitanata a cominciare dai formaggi per arrivare alla pasta artigianale, il tutto accompagnato da buon vino.

Sebbene Manfredonia sia particolarmente adatta per trascorrere le vacanze estive, il consiglio è quello di mettere in agenda una visita anche durante il Carnevale di Manfredonia (il famoso Carnevale Dauno o Sipontino). Di particolare rilievo, infatti, sono le manifestazioni legate a questa festa, soprattutto la sfilata dei carri allegorici conosciuta ed apprezzata in tutta Italia.