Le più belle spiagge del Salento

torre-dell-orso

La Puglia offre ai visitatori paesaggi di rara bellezza, e negli ultimi decenni la rivalutazione di questa regione, frutto anche di politiche mirate al progresso delle infrastrutture, ha dato un forte impulso al turismo.

 Mare e montagna, natura incontaminata che si unisce alle spiagge coralline dal caratteristico colore chiaro con sabbia finissima, è questo quello che i turisti apprezzano di più di questi luoghi. Colline che scivolano dolcemente verso il mare dando vita a insenature mozzafiato, ancora incontaminate, dove le strutture ricettive sono perfettamente integrate nel paesaggio: è il Salento.

Dall'Adriatico allo Ionio, una lingua di terra denominata Penisola Salentina, dalla caratteristica forma di tacco, che comprende 3 provincie pugliesi, Lecce, Brindisi e Taranto e numerose cittadine prevalentemente distribuite lungo la costa. In quest'area geografica si possono trovare spiagge che nulla hanno da invidiare a quelle delle ben più lontane mete caraibiche ed anzi con in più cultura e storia mista oltre il relax e la tranquillità. 

Partendo dal fatto che l'intera costa salentina offre baie una più bella dell'altra, di sicuro alcune si distinguono più di altre e per questo una classifica che si ponga da vademecum del turista del Salento, è più che giustificata.

Nella zona della Terra dei Messapi, partendo da Otranto, la Baia dei Turchi, offre una discesa a mare mista di rocce dai caratteristici colori ocra e grigio chiaro e sabbia chiarissima, il tutto lambito da un mare nel quale è possibile fare dei bagni indimenticabili grazie ad un'acqua incredibilmente limpida e cristallina.

baia dei turchi

La forma inconfondibile di questa baia, raggiungibile attraverso una lunga strada di campagna immersa negli uliveti, lascerà chiunque a bocca aperta, quasi non pare possibile infatti che una spiaggia sia ancora così incontaminata.

Il verde degrada leggermente verso il mare in maniera da creare un contorno di pace lungo tutto il litorale ed allora non resta altro che lasciarsi andare ad una giornata di completo rilassamento per il corpo e per la mente. Sempre nei pressi di Otranto, precisamente all'imbocco dell'omonimo canale ed affacciata nella Baia di Otranto, vi è Santa Cesarea Terme, luogo di soggiorno piuttosto rinomato, che offre degli accessi al mare davvero unici. 

Tra questi la caletta di Porto Miggiano, dove le rocce a picco sul mare, appena ricoperte da una vegetazione irregolare di pini e mirti, lasciano spazio ad una lingua di sabbia che ha dell'incantevole e che non può non essere degna di un tuffo nelle sue acque blu chiaro. Lo scenario idilliaco, con la vista sulle torri medievali e insediamenti che risalgono addirittura ai tempi della preistoria, rendono questo luogo, molto più che una semplice baia quanto piuttosto un ottimo rifugio dal caos e un imperdibile sito da visitare per i turisti più attenti.

porto miggiano

I fondali di questa spiaggia sono ricchi di fauna marina come pochi altri, lo snorkeling è l'attività più consigliata proprio per questo, è davvero un peccato non regalarsi il piacere di una nuotata con la possibilità di stare a contatto con pesci e molluschi che abitano questo tratto di mare custodendone il segreto di immenso fascino. Torre dell'Orso, anch'essa molto amata dagli appassionati di pesca subacquea, offre una spiaggia dai colori unici, un misto di sabbia argentea, unita al verde della pineta antistante, con fondali bassi e dalla caratteristica forma ad arco.

torre dell'orso

La lunghezza di questa spiaggia rende possibile trovare un punto di privacy anche nei periodi più affollati e regalarsi dei bagni in tutta tranquillità, approfittando magari delle strutture ricettive presenti nei paraggi, che offrono deliziosi piatti tipici da gustare. La trasparenza di questo mare è veramente qualcosa di raro e si merita di essere annoverato tra le spiagge da non perdere assolutamente. 

Spostandosi sul versante ionico, Punta della Suina e Punta Pizzo, presentano due spiagge molto suggestive, si nota il cambiamento dei colori che connotano questo tratto di costa rispetto alle zone adriatiche.

punta della suina

baia punta suina

Il mare in particolare ha colori più intensi e in particolare in questi due accessi si ha l'impressione di essere immersi in una natura selvaggia, grazie alla presenza di specie protette come il Gabbiano Corso. Pesculose a Lecce, la spiaggia più lunga di tutta la costa salentina, garantisce un panorama spettacolare che è dato dalla vista delle dei resti degli antichi insediamenti greci e poi spagnoli.

torre san giovanni

Una menzione specifica a Porto Cesareo, sicuramente più rinomata meta turistica e nota ai frequentatori della vita notturna e ricca di attrattive che fanno da contorno al litorale.

porto cesareo

Tra le tante calette che fanno riferimento a questa cittadina, una merita di essere menzionata tra tutte, Punta Prosciutto, con le sue spiaggette libere, dai fondali bassissimi e percorribili per lunghi tratti.

punta prosciutto

Grazie a questo l'acqua di questo mare pare essere ancor più cristallina del normale e le caratteristiche dune di sabbia che vi affondano gradualmente, sono evocative di paesaggi esotici.